Condividi su

IMG_2966

   Scuole in azione per la campagna Cibo per tutti!

16 novembre 2015

ActionAid

Torna a tutte le news

In occasione della giornata Mondiale dell’Alimentazione, ActionAid è stata impegnata in numerose attività di sensibilizzazione sul diritto al cibo. La giornata si inseriva all’interno della più ampia campagna Cibo per tutti che ha avuto l’obiettivo di sensibilizzare e raccogliere fondi per finanziare due progetti specifici: l’espansione della rete idrica in Etiopia e il diritto alla terra e la sicurezza alimentare per le donne Dalit in India. Gli attivisti di ActionAid sono stati protagonisti della campagna, coinvolgendo il territorio in numerosi eventi di sensibilizzazione cha hanno permesso di portare la voce delle popolazioni più povere e che soffrono la fame nei diversi luoghi delle città: le piazze, i negozi e le scuole.

Elizabeth ci racconta l’iniziativa da lei promossa: “Per me essere attivista significa: azione, tempo, impegno, visione, inclusione, solidarietà, tolleranza, amore. Tutte queste parole messe insieme fanno di me un attivista. Come attivista di ActionAid del Gruppo Locale di Roma, volevo fare qualcosa di speciale per il 16 Ottobre 2015. Ho dunque pensato di incontrare i bambini della Scuola Gramsci e della scuola Tagliacozzo, istituti dove, negli anni passati, avevamo già sviluppato alcuni laboratori relativi al kit didattico di ActionAid “Io Mangio Tutto. No al Cibo nella Spazzatura!”. Coinvolgendo anche le insegnanti, ho voluto creare un momento di riflessione sul significato della Giornata Mondiale dell’Alimentazione, ripassando alcuni concetti chiave del percorso didattico e facendo conoscere ai bambini il lavoro presentato da due scuole molto lontane tra loro – una di Novara “Giovanni XXIII” e l’altra di Addis Abeba “Galileo Galilei” – e che ha vinto un premio all’interno del contest Together in Expo: “Rice and Teff: Love beyond the borders” (Chicco di Riso e Chicca di Teff: Amore oltre confini).

È stata una giornata molto bella. Sono entrata nelle classi come “attivista” e sono uscita come “maestra”, così come mi hanno definita i bambini. Abbiamo parlato del cibo sano, della dieta equilibrata, della stagionalità dei prodotti, del cibo a Km0, dello spreco alimentare, concetti già noti ai bambini ma che è importante ribadire, rivolgendo uno sguardo anche al Sud del Mondo dove altri bambini non hanno la possibilità di frequentare la scuola e spesso, hanno lo stomaco vuoto.

Ritengo che sia importante veicolare questi messaggi ai ragazzi, in particolare a coloro che vivono nelle aree urbane dove spesso il cibo viene considerato pura merce da prendere dagli scaffali dei supermercati, senza rendersi conto che dietro ogni prodotto che mangiamo tutti i giorni c’è tanta fatica e sfruttamento di risorse scarse e preziose come l’acqua, la terra e l’energia. I bambini di oggi rappresentano le prossime generazioni e devono saper scegliere una dieta sana, essere custodi della biodiversità e far rispettare l’ambiente, la nostra terra madre.

Gli studenti hanno promesso di non sprecare il cibo in quanto la ritengono un’azione ingiusta. In ultimo un bambino e una bambina di ogni classe hanno letto la storia di “Chicco di Riso e Chicca di Teff: amore oltre i confini”. Si sono divertiti ascoltando il racconto dei due cereali, uno italiano ed uno etiope che s’incontrano, si raccontano ed infine s’innamorano e si sposano. Ascoltando la storia, i bambini hanno riso e si sono divertiti, riscontrando che anche l’amore tra due cereali che vengono da lontano, da due realtà e culture diverse è un amore bello. Noi del Gruppo Locale di Roma vogliamo continuare ad incontrare altre classi e scuole, coinvolgendo non solo i bambini ma anche i genitori perché è importante condividere anche con loro la necessità di una dieta equilibrata e di evitare lo spreco alimentare, messaggi promossi da ActionAid, che sono inoltre stati argomenti centrali di EXPO 2015.”