Condividi su

20170125_113113

   La scuola primaria Kennedy incontra ActionAid!

6 febbraio 2017

ActionAid

Crescere
Torna a tutte le news

Andrea all’apparenza è una persona tranquilla e silenziosa, in realtà basta parlarci cinque minuti per capire che ha mille idee per il futuro e un entusiasmo incontenibile. Infatti, è entrato da poco nel mondo dell’attivismo con ActionAid, dopo essere stato per molti anni un sostenitore. Nel 2016, dopo aver conosciuto una delle bambine che sostiene a distanza, ha deciso che non poteva più restare solo a guardare.

Voleva mettersi in gioco nella sua città, Domodossola, e ha deciso di iniziare portando i temi di ActionAid nella scuola primaria Kennedy.
Ha presentato il kit didattico “Io mangio tutto” alle insegnanti, che hanno deciso di organizzare subito dei laboratori con i bambini per sensibilizzarli sul tema del diritto al cibo e dello spreco alimentare.

E i laboratori sono andati benissimo!!
I bambini e le bambine erano affascinati dal tema, ma soprattutto molto interessati. Non hanno smesso un secondo di fare domande, interventi e riflessioni.
Quando hanno scoperto, da alcune letture, che molti loro coetanei nel mondo non possono andare a scuola, perché devono aiutare la propria famiglia a guadagnare i soldi per mangiare, sono rimasti a bocca aperta e dispiaciuti. Si sono immediatamente interrogati su cosa potessero fare e ovviamente una delle prime risposte è stata non sprecare il cibo!. Attraverso un gioco i ragazzi e le ragazze hanno scoperto che ogni anno 1,3 miliardi di tonnellate di cibo viene sprecato, circa un terzo della produzione mondiale di cibo!

Ma il laboratorio che hanno preferito è stato sicuramente quello in cui si sono trasformati nei piccoli chef di ActionAid!
Scopo del gioco era conoscere meglio il tema della stagionalità e quali frutti e verdure si consumano nelle diverse stagioni dell’anno. Hanno disegnato coloratissimi ortaggi sui loro sacchetti di carta, che una volta indossati sono diventati splendidi cappelli da chef decorati. Per ogni frutto o verdura disegnati dovevano poi scegliere la giusta stagione. E non sempre è stato facile!
Siamo così abituati a trovare le fragole d’inverno e le arance d’estate, che spesso anche per gli adulti è difficile fare chiarezza sulla stagionalità dei prodotti. E’ stato interessante notare che molti bambini, già informati dai loro genitori, hanno “suggerito” la risposta esatta ai compagni, che ora difficilmente dimenticheranno le nozioni apprese con le attività di ActionAid.

Ma più di tutti, colui che non si dimenticherà di questa esperienza è proprio Andrea, che alla fine della giornata ci ha detto che non si sarebbe mai aspettato un’emozione simile nell’avvicinare i più piccoli a temi così importanti in modo divertente.

E tu? Vorresti cominciare una nuova avventura come Andrea?
Scrivici a: attivismo@actionaid.org