Condividi su

20160303_151355(0)_resized

   La caccia al tesoro di ActionAid contro gli sprechi alimentari

9 marzo 2016

ActionAid

Torna a tutte le news

Come iniziare un’esperienza lavorativa in ActionAid? Partecipando a un laboratorio didattico sul diritto al cibo! E’ ciò che è successo a me i primi giorni di marzo; siamo andati nella scuola secondaria di primo grado Tolstoj di Milano, uno degli istituti coinvolti nell’ambito del progetto “Io mangio tutto con AutoRigoldi”. Il laboratorio è stato organizzato in una prima parte frontale per introdurre la tematica e in un momento laboratoriale: una caccia al tesoro composta da diverse prove ed indovinelli, un modo creativo e nuovo per stimolare la riflessione dei ragazzi sul tema della fame nel mondo e sugli sprechi alimentari.
Mi è piaciuto notare l’entusiasmo dei ragazzi nell’affrontare questioni così attuali e soprattutto l’eccitazione di poterle testare attraverso prove pratiche. Ad esempio, ai ragazzi è stato chiesto di inventare una filastrocca sul tema dello spreco e quella più divertente, al ritmo rap di “Lo spreco non ci piace, lottiamo per la pace” ha suscitato grida di acclamazione da parte di tutti. Successivamente nel creare la parola Cibo con il corpo, gli alunni delle diverse squadre hanno unito le loro forze, ma soprattutto le loro gambe e braccia, per raggiungere l’obiettivo comune. Le squadre si sono poi sfidate in un percorso ad ostacoli per riuscire a trasportare la maggior quantità di riso possibile da una parte all’altra del percorso finalizzato a spiegare come sia  gli sprechi alimentari siano molto ingenti durante tutte le fasi della catena agroalimentare. Infine, ogni squadra ha elaborato un cartello per richiedere al proprio governo di rispettare il diritto alla terra dei contadini. Alcuni slogan sono stati più articolati, altri più semplici, ma comunque molto efficaci, come quello del Team Nepal: “Via le multinazionali dalle NOSTRE terre!”.
Tiziana, la docente della classe, ci ha ringraziato più volte per l’attività didattica alternativa: i suoi alunni erano così entusiasti che avrebbero voluto  continuare per tutto il pomeriggio!

Il nostro intervento non si esaurisce qui: torneremo nella scuola nelle prossime settimane per incontrare altre 10 classi. E questo anche grazie all’impegno di AutoRigoldi nel supportare le nostre attività di sensibilizzazione nelle scuole, con gli studenti e le famiglie!

Elisa