Condividi su

cri-im-2

   Il XV municipio di Roma aderisce a nei Panni dell’Altra

22 aprile 2015

ActionAid

Torna a tutte le news

E’ stato approvato a fine marzo dal Consiglio del XV Municipio l’adesione a “Nei panni dell’Altra”, percorso didattico di ActionAid contro gli stereotipi di genere, indirizzato agli alunni della scuola secondaria inferiore, e con possibili adattamenti per la scuola primaria.

Il Presidente del Municipio Daniele Torquati e la Consigliera Lucia Mosiello si pronunciano in questo modo per il successo ottenuto: “Il 15 giugno 2011 il Dipartimento per le Pari Opportunità e il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (MIUR) hanno firmato un Protocollo d’intesa per la “promozione della cultura di genere nel mondo dell’Istruzione”. A seguito dell’accordo è stato introdotto nelle scuole italiane l’insegnamento “Cittadinanza e Costituzione”, che accompagna gli alunni in un percorso che attraversa cinque ambiti fondamentali: Famiglia, Lavoro e Pari Opportunità, Donne e Scienza, Spazio Pubblico e Gruppi Sociali, Linguaggio e Media. Da oggi con l’adesione al Progetto di ActionAid ‘Nei panni dell’altra’ gli obiettivi delineati dal MIUR potranno essere facilmente raggiunti oltre che con programmi specifici anche tramite un percorso ludico didattico ed un kit gratuito che tutte le scuole potranno richiedere direttamente all’associazione. Il Municipio si impegna a promuovere l’incontro tra ActionAid, i dirigenti scolastici e gli insegnanti interessati per favorire la formazione sul percorso in oggetto”.

A livello internazionale è riconosciuto come agire contro i fattori culturali e sociali all’origine delle discriminazioni contro le donne sia parte essenziale di una strategia volta alla promozione dei diritti delle donne e dell’uguaglianza di genere. Il percorso didattico di ActionAid si propone di superare gli stereotipi di genere fin dalla scuola primaria e offre spunti di lavoro e di riflessione utili anche a contrastare quei meccanismi che possono dare origine a fenomeni di bullismo o della violenza di genere, favorendo invece l’accettazione delle diversità e l’integrazione.

Il percorso didattico è già stato utilizzato nel quadro di Italia del Futuro a Reggio Calabria e L’Aquila, nonché a Firenze. Il percorso è inoltre utilizzato nell’ambito del progetto Play for change: insieme contro la discriminazione e l’esclusione sociale in Italia, promosso da ActionAid Italia e AC Milan e finanziato dal Programma “Universal Access to Sport” coordinato dalla Fondazione Re Baldovino.

Nell’anno scolastico 2015/2016 sarà promosso in altre scuole d’Italia.

Vuoi maggiori informazioni o vuoi aiutarci a promuoverlo nella tua scuola o in quella dei tuoi figli?

Scrivi all’unità Campagne e Attivismo di ActionAid all’indirizzo attivismo@actionaid.org